Estrazione primo premio 19997
Modernità

Regole di determinazione ed assegnazione delle vincite

I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, spesso, sono gli stessi che ti condannano. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti cessare di scrivere. Devastante è farlo senza essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della fine che fece il primo saggista mondiale. Io da vittima non racconto di me e delle mie traversie. Aforisma di Bertolt Brecht. Tante verità soggettive e tante omertà son tasselli che la mente corrompono.

L'estrazione dei numeri di gioco viene effettuata da parte del sistema centralizzato dei Monopoli di Stato AAMSi quali vengono poi comunicati al sistema del Rivenditore fino al numero che determina la combinazione vincente del bingo. L'assegnazione delle vincite nel Bingo è determinato da regole semplici. Sostanzialmente esistono sempre, per ogni estrazione, due premi; la Cinquina e il Bingo. A questi si aggiungono i Jackpot che non sono necessariamente presenti in tutte le estrazioni. La Cinquina viene aggiudicata dal antecedente giocatore che riesce a completare tutti i numeri 5 di almeno una riga di una cartella, fra tutte le schede acquistate. Il Bingo invece viene assegnato quando un giocatore completa tutti i numeri 15 di una schedina, fra tutte le schede acquistate. Va da sé che non potrà esserci un Bingo prima di una Cinquina, per cui l'ordine di assegnamento dei premi è sempre lo identico, prima la Cinquina e poi il Bingo.

I letterati, che non siano poeti, cioè scrittori stringati, si dividono in narratori e saggisti. In questo modo il successo è assicurato e non hai rompiballe che si sentono diffamati e che ti querelano e che, addensato, sono gli stessi che ti condannano. Impossibile poi è essere saggisti e scrivere delle malefatte dei magistrati e del Potere in generale, che per logica ti perseguitano per farti concludere di scrivere. Devastante è farlo escludendo essere di sinistra. Quando si parla di veri scrittori ci si ricordi di Dante Alighieri e della acuto che fece il primo saggista eccezionale.

Previous Post Next Post

Leave a Reply